mercoledì 18 maggio 2011

Segnaletica "pericolosa"...

Verso la media Val d'Arda si incontra un cartellone che lascia qualche dubbio...
Eccolo!

Come va interpretato? Come un "dare precedenza" ai massi e alle frane che potrebbero abbattersi sulla provinciale? Una sorta di roulette russa caricata a pietre?

Questo segnale ricorda molto, troppo.. i segnali posizionati per la fauna selvatica.. Segnale posizionato per evitare contestazioni in caso di incidenti e relative cause milionarie per danni. 

Ma se può essere capita l'imprevedibilità comportamentale degli animali selvatici e la necessità dell'ente proprietario della strada di non caricarsi di responsabilità non proprie, meno si comprende il senso di questa segnaletica...

Si teme che il posizionamento di questo cartello segua la logica del suddetto, ma qualcosa di sostanziale divide i due temi: le frane e le zone "pericolanti" le conosciamo... non compaiono ed attraversano la strada all'improvviso per sparire dall'altro lato della strada. Quantomeno lasciano un po' di segni sull'asfalto..

O meglio, ci sono anche casi in cui una frana non mostra segni di movimento e d'un tratto per eventi meteo eccezionali si stacca, ma come detto sono condizioni eccezionali.

Nella maggioranza dei casi, e in questa strada soprattutto, i tratti pericolosi sono noti, tanto che sul cartello sono anche indicati i chilometri. E i due chilometri arrivano circa fino alle prime case della diga.

E dopo? E il tratto con le reti finte sul fianco della diga? Ah, si, quello non è pericoloso..

E sia, finiremo così... animali o massi, basta essere giù dalla vettura!
Oppure occorre essere MOLTO bravi a schivarli in corsa....