lunedì 28 novembre 2011

Geoportale, questo sconosciuto...!

Non sarebbe comodo avere tutte le risorse informatiche che riguardano un territorio in un unico capiente (e organizzato!) contenitore?

A chi per lavoro ha a che fare con i dati geografici sarà capitato di dover recuperare informazioni.. una gran fatica! Magari qualche collega che già li ha.. oppure un conoscente in Comune.. oppure caso ha voluto che per un inatteso colpo di "fortuna" siate finiti sulla pagina giusta..

Eppure non ci sarebbe nulla da scoprire.. da anni esistono delle direttive che se applicate permetterebbero di poter usufruire dei dati geografici, controllati, validati e catalogati.

Questo fantastico strumento si chiama 
G E  O P O R T A L E

Questa nuova forma di condivisione dati è ispirata dalla Direttiva europea INSPIRE - Infrastructure for Spatial Information in Europe - Infrastruttura per l'Informazione Territoriale in Europa - (2007/2/EC del 14 marzo 2007) entrata in vigore dal 17 maggio 2007. Obiettivo principale della Direttiva è quello di realizzare infrastrutture di dati territoriali nella Comunità europea al fine di rendere disponibile una quantità di dati maggiore e di qualità più elevata, di supporto al processo decisionale a qualsiasi livello.

Un'altra osservazione..

Oltre a questo un geoportale, se attrezzato per esempio di servizi WMS, WFS o WCS, permetterebbe a molti Enti Pubblici che producono Piani (PIAE, PTCP, PSC, ecc..) di rendere pubblico e usabile:
  • un dato ufficiale in un unico luogo web di riferimento
  • aggiornabile dall'Ente in tempo reale se dovesse subire modifiche
  • rendendolo fruibile ai professionisti che userebbero il dato approvato dall'Ente
Non male, vero? Invece di avere qualcosa come 10 versioni di un file .shp, che nel frattempo è stato modificato o aggiustato, o chissà cosa, direttamente dal nostro gis di lavoro potremmo caricare il tematismo necessario direttamente on line dal geoportale dell'Ente dimenticandoci di porci il problema del suo stato di aggiornamento!

Sarebbe un gran passo avanti!

Attualmente però solo pochi enti mettono a disposizione tale portale. Tra questi si citano per esempio: